Provincia di Fermo

Commissario Prefettizio: Marcella Conversano

Via Vittorio Veneto, 5

63017 Porto San Giorgio (FM)

Tel. 0734 6801 | Fax 090 9939318

http://www.comune.portosangiorgio.fm.it

marcella.conversano@comune-psg.org

Informazioni su Porto San Giorgio (FM)

E-mail Stampa PDF

Abitanti 16.200 - Altezza s.l.m. mt.4 - Distanza da Ascoli P. Km 59

Risulta, da documenti esistenti presso l'Archivio di Stato di Fermo, che Porto San Giorgio ebbe una sicura antica esistenza. Sorse per la difesa, con il suo Castello e la sua Rocca, di un centro operoso ed importante quale era Fermo, del quale costituiva anche il porto (Portus Sancti Giorgij e Portus Firmi nel 1231).

Decisiva fu l'influenza dei pescatori veneti ai quali è attribuita, da alcuni storia, la fondazione della città. Essi svilupparono l'attività peschereccia ed allargarono le relazioni che già esistevano tra la zona e l'alto Adriatico.

Proprio ad un veneto, governatore di Fermo, Lorenzo Tiepolo, si deve la costruzione della Rocca, nel 1267, a difesa del litorale, monumento ancora oggi considerato magnifico documento d'architettura medioevale.

Strettamente legate a Fermo furono le vicende della città, fino al 1741, quando ottenne l'indipendenza ed il diritto di eleggere i suoi consiglieri ed i suoi Magistrati e prese il nome di Porto San Giorgio.

Il centro piceno ebbe presto un'espansione urbana verso il mare: segno di un notevole incremento demografico e di nuova vivacità economica, cui avevano concorso, nel 1735 la sistemazione dell'esistente strada Lauretana in una poderosa via di traffico (l'Adriatica) e nel 1863, la realizzazione della linea ferroviaria.

Più tardi nacque la moda della balneazione, e Porto San Giorgio, con la sua spiaggia larghissima a sabbia sottile, della lunghezza di 4 Km., divenne un attraente centro di richiamo estivo e di villeggiatura e per la presenza continua dei Bonaparte e di Gabriele D'Annunzio, che in viaggio di nozze nel 1883 vi soggiornò per due mesi, si aggiudicò il titolo di "spiaggia di principi e di poeti" e nel 1927, per la salubrità della sua aria, con Decreto ministeriale, Porto San Giorgio diventò "Stazione di Cura e Soggiorno".

Nel dopoguerra la città ha operato poi una costante crescita demografica, divenendo un forte polo d'attrazione migratoria, specie dalle zone interne e collinari del suo circondario.

Detto delle bellezze naturali, che sono state sempre motivo di gran richiamo per i turisti, che qui trovano fascino, verde, un mare stupendo, serenità e contagiosa allegria, ci sono ora da scoprire molte costruzioni interessanti.

I Paesi dell'Associazione

Newsletter

Seguici !

Feed RSS

You are here: