Provincia di Messina

Sindaco: Nino Romanzo

Via Immacolata

98041 Monforte San Giorgio (ME)

Tel. 090 9931100 | Fax 090 9939318

http://www.comune.monfortesangiorgio.me.it/

sindaco@comune.monfortesangiorgio.me.it

Tradizioni di Monforte San Giorgio

E-mail Stampa PDF

Le tradizioni scandiscono i tempi monfortesi.

E' uno scampanio speciale la "Katabba", conosciuta pure come "Campanata e Tammurinata di Sant'Agata".

Inizia il 17 di gennaio, giorno di Sant'Antonio Abate e viene eseguita fino al 5 febbraio, quando si festeggia la Santa catanese. Due fedeli, uno esperto nel suono del tamburo e l'altro in quello delle campane (un'ora prima dell'alba e un'ora dopo il tramonto) salgono sulla torre campanaria della chiesa di Sant'Agata e danno inizio al suono congiunto della campana e del tamburo.

Il ritmo viene gelosamente tramandato da padre in figlio. Secondo la tradizione, il suono, con i suoi cambi di tonalità, intensità e ritmo, sta a ricordare quanto avvenne a Monforte nella seconda metà dell'undicesimo secolo.

Ruggero il Normanno, dopo la liberazione di Troina e la famosa battaglia di Cerami, passò da Monforte, forse diretto verso Rometta, e liberò il territorio dalla dominazione saracena.

Così, la "Katabba" inizia con l'imitazione del passo del cavallo del messaggero che annuncia l'arrivo del liberatore, quindi continua con il passo del cammello, cavalcato da Ruggero, poi, aumentando il ritmo, viene imitato il galoppo dei cavalli dell'esercito conquistatore che arriva e la fuga disordinata e senza meta degli infedeli che scappano all'avvicinarsi dell'armata normanna.

Di seguito il suono festoso rappresenta la folla gioiosa che inneggia al principe liberatore.varette1

Nella Settimana Santa c'è la processione delle Varette, che si caratterizza per la presenza degli angioletti in abiti bianchi e colorati, ma letteralmente ricoperti e incoronati d'oro.

Molto sentita la festa del Santo Patrono San Giorgio, il 23 aprile. L'arciprete, col piviale più ricco, porta in processione la reliquia del Santo. La mano d'argento è opera dell'argentiere messinese Cola Maria Donia.

Alla processione del Corpus Domini è legata la tradizione dell'infiorata delle vie paesane, "icone" realizzate lungo il percorso.

Capello20di20Maria1La processione "du Capidduzzu di Maria"

 

Si distingue per l'aspetto religioso e folcloristico la processione "du Capidduzzu di Maria", che si effettua il sabato antecedente la prima domenica di settembre.

Il Capello della Madonna viene conservato gelosamente in un'urna d'argento nel Santuario di Crispino.

A Natale è ormai un rituale l'allestimento del Presepe Vivente nell'incantevole e storica zona araba di contrada Vetera.

I Paesi dell'Associazione

Newsletter

Seguici !

Feed RSS

You are here: